Una volta per tutte diciamo come stanno le cose sulla paraffina liquida (derivato del petrolio) nei cosmetici.

Secondo la normativa, è classificata come cancerogena di categoria 2 e una nuova direttiva europea impone che dal 1 dicembre 2010 le sostanze classificate come tali possono essere utilizzate nei cosmetici solo dopo la valutazione del CSSC (Comitato Scientifico Sicurezza Consumatori) dichiarandone accettabile l'utilizzo nei prodotti cosmetici.
Detto questo, in laboratorio è stata testata la sua principale caratteristica, quella di essere un potente idratante per le pelli più secche. Ma qual è il risvolto della medaglia? A che prezzo diminuisce la secchezza della pelle? Ci sono altri prodotti senza paraffina ma con lo stesso risultato, se non addirittura superiore?

La risposta è certamente sì!

Dunque si può dire che di per sè questo componente non farebbe male se non per il fatto che crea i presupposti per problemi cutanei talvolta anche gravi.La paraffina non fa traspirare la pelle ed è un dato scientifico. La ammorbidisce ma la chiude in un micro-film che può porta facilmente a formazione di punti neri e brufoli nei casi più semplici. E' paradossale come tante creme antiacne siano proprio a base di paraffina.

Spalmeresti sul tuo viso del petrolio?

I cosmetici della Pem Cosmetik, tutti con certificazione Biocosmesi Suolo e Salute, non hanno traccia di paraffina e altro (siliconi, parabeni, petrolati...). Sono tutti a base di solo Olio di Argan puro, Aloe Vera e Burro di Karitè sapientemente miscelati dai biologi e chimici che lavorano per noi.

Decine di testimonianze attestano la loro efficacia, a volte, anche superiore alle aspettative.

Molti farmacisti intervistati hanno detto che senza la chimica non ci sarebbero praticamente più prodotti sugli scaffali di farmacie e supermercati, il che la dice lunga e deve aiutarci a capire per scegliere.

Tra l’altro, l'uso di tali prodotti sintetici nella cosmesi sono anche un buon modo per vendere a basso costo.